News

25/4/2017 - Ginnastica artistica: classifiche gare 22-23 aprile

Sabato 22 e domenica 23 aprile si è svolto a Capranica (VT) il weekend di gare valevoli come seconda prova del campionato regionale di ginnastica artistica del CSI Lazio.

News

14/4/2017 - Auguri di buona Pasqua dal CSI Lazio

Il Consiglio Regionale del CSI Lazio augura di cuore una serena Pasqua.

News

11/4/2017 - Ginnastica Ritmica: conclusa la fase regionale

Domenica 12 marzo 2017 si è svolta la seconda ed ultima prova del campionato regionale di ginnastica ritmica del CSI Lazio. In pedana, nella palestra di Via Montona, si sono alternate complessivamente 193 ginnaste

News

1/4/2017 - CSI Lazio in lutto

In questo momento di profondo dolore il CSI Lazio si stringe attorno alla famiglia di Emanuele Morganti. Lo vogliamo ricordare per la sua passione sportiva. Emanuele infatti militava nella società sportiva Autofficina Fanella, squadra partecipante al campionato di calcio a 5 del CSI Frosinone.
Il caro Emanuele vivrà sempre nelle nostre preghiere.

Il funerale si terrà ad Alatri, sabato 1 aprile, alle ore 15 nella chiesa di Tecchiena Castello.

News

28/3/2017 - Ginnastica artistica: classifiche gare 25/26 marzo 2017

Sabato 25 e domenica 26 marzo si è svolto a Capranica (VT) il secondo weekend di gare della prima prova del campionato regionale di ginnastica artistica del CSI Lazio.

News

21/3/2017 - Al Centro un nuovo Patto Associativo

Ancora una volta le Regioni del Centro si propongono come pungolo per un CSI che ha bisogno di cambiare, di aggiornarsi, di affrontare con coraggio le nuove sfide che la società odierna ci pone. E lo ha fatto in maniera tanto decisa quanto solenne: la sottoscrizione dell’impegno a rinnovare il Patto Associativo, cardine ideologico dell’Associazione, a cui hanno partecipato anche il presidente nazionale Vittorio Bosio, gli ex presidenti Donato Mosella e Edio Costantini, e il consulente ecclesiastico Alessio Albertini, oltre ovviamente ai nostri presidenti, Daniele Pasquini, che ha tracciato il filo conduttore dei lavori, e Daniele Rosini, fresco reduce dalla nomina a membro di Giunta Coni Lazio.

News

21/3/2017 - Daniele Rosini eletto in Giunta Coni

Al termine delle elezioni svoltesi sabato 4 marzo 2017, Riccardo Viola è stato rieletto alla guida del Coni Lazio per il quadriennio 2017-2020 con 52 voti e due schede bianche. L’assemblea regionale ha decretato anche la composizione della nuova Giunta, con l’ingresso in quota Enti di Promozione del presidente del CSI Lazio Daniele Rosini, che con 28 preferenze ha superato Vincenzo Corso (20) e Mario Camera (6).

Eletti in rappresentanza delle Federazioni sportive Carlo Tranquilli (FMSI) con 26 voti, Gianpiero Mauretti (FIN) con 16 e Fabrizio Tropiano con 9. Confermatissimi i candidati unici Roberto Da Gai (Tecnici) e Felice Mosè Pulici (Atleti). Novità per le Discipline associate con l’arrivo di Luigi Maggi (FSI).

News

20/3/2017 - Ginnastica Artistica: 254 atleti in gara nel primo weekend


E’ ripartita alla grande la stagione della ginnastica artistica del CSI Lazio. Sabato 18 e domenica 19 marzo la palestra comunale di Capranica (Vt) ha ospitato, come da tradizione per la nostra regione, il primo weekend di gare del campionato regionale.

News

14/3/2017 - Ginnastica Ritmica, buona la prima! 171 atlete in pedana nel campionato regionale

Si è svolta domenica 12 marzo 2017, presso l'impianto polisportivo di Via Montona, la prima prova del campionato regionale di ginnastica ritmica del CSI Lazio. Hanno partecipato alla gara 171 atlete delle società sportive Attitude, CSI Roma Est, SS Lazio Ginnastica Flaminio e Juppiter Sport.

News

10/2/2017 - Campionato Regionale di Ginnastica Ritmica

Il campionato regionale di ginnastica ritmica si svolgerà su due prove. La prima è in programma il 12 marzo, mentre la seconda domenica 9 aprile.


Tutte le news




Uno sport che guarda all'altro senza paura delle differenze

Il Punto di Vittorio BOSIO


Non nascondiamoci alla realtà: vivere in questi giorni la bellezza della Pasqua, lasciare spazio nel nostro cuore alla certezza della Risurrezione e alla vittoria della vita sulla morte, non è stato facile. Tutto intorno a noi parla di sofferenza: le guerre strazianti in molte parti del mondo, il terrorismo vile che uccide gli innocenti e vorrebbe stordire con il rumore delle bombe o gli assalti suicidi la forza della normalità civile, la minaccia di una nuova guerra nucleare sicuramente letale per gran parte del mondo, e infine, ma per noi italiani sempre più travolgente, la massa di disperati che dalle coste africane si riversa sulla nostra penisola. Non mi lascio tentare dalla voglia di dire perché nonostante tutto noi Csi, noi cristiani, noi donne e uomini dello sport cristianamente inteso, non possiamo lasciarci andare alla disperazione, alla sfiducia. Dovrei fare analisi sociologiche e politiche a me estranee. Il Csi ha altri compiti ma non minori responsabilità. La società non è un prodotto “altro” rispetto al nostro modo di porci in essa. Su di noi incombe il dovere di dire che non possiamo né siamo capaci di fuggire da noi stessi e dal mondo che abbiamo contribuito a costruire. Siamo testimoni di un modo bello, solidale e vincente di proporre l’attività sportiva; ne siamo i protagonisti e quindi sappiamo che per noi un percorso c’è. La nostra risposta è uno sport che guarda all’altro senza paura delle differenze, con la capacità di proporre integrazione, solidarietà, condivisione. I tormentati fenomeni che stanno travolgendo la società attuale stanno cambiando anche il modo di fare sport. Le società sportive non sono più uguali a quelle di fine millennio. Tutto oggi è più difficile per la diversità delle lingue, delle culture, dei modi di intendere la vita. La crisi economica ha cambiato radicalmente il modo di organizzare lo sport sia nelle grosse che nelle piccole società sportive. Lo sguardo su quello che ci sta attorno è spesso lo sguardo sulle macerie: dirigenti che si sono tirati fuori da sfide troppo grandi, volontari che hanno lasciato il passo perché i compiti sono troppo impegnativi, gli sponsor che sempre più spesso chiudono la porta anche alla richiesta di piccoli aiuti. Eppure il Csi è lì a proporre formazione, accoglienza, cura dei settori giovanili e organizzazione dei settori adulti. C’è qualcosa di straordinario in questa tenuta, ma attenzione a considerarlo un dato acquisito per sempre. Non è così. Dobbiamo essere capaci, oggi, di dare un senso alla nostra proposta, interpreti delle difficoltà delle famiglie, vicini e pronti a sostenere le fatiche dei dirigenti, degli allenatori, dei volontari. E per fare questo non basta l’ispirazione giusta, non basta affermare che ci proponiamo come testimoni di uno sport ispirato dal messaggio cristiano. Bisogna saper leggere i fenomeni sociali ed economici di questa società per governare la barca in una navigazione che non finirà mai. Ma soprattutto in una navigazione che permetterà a tanta gente di salire a bordo e condividere la ricerca di un porto sicuro. Il domani non è di chi fugge ma di chi prende in mano, con coraggio e fiducia nella Provvidenza, il proprio destino.

AREA SITI AMICI
Premio Un Modello per i Giovani
www.aerrecom.com
Designed and powered by CSI F.M. versione 1.0