News

23/4/2018 - Ginnastica artistica: classifiche 21 aprile

Il 21 aprile a Capranica (VT) si è svolta la seconda giornata di gare della 2^ prova del campionato regionale di ginnastica artistica del CSI Lazio. In allegato sono disponibili le classifiche.

News

16/4/2018 - CINECITTA' WORLD RUN 2018 - Cambia data

La seconda edizione della Cinecittà World Run cambia data, inizialmente prevista per il giorno 22 aprile viene posticipata a Domenica 3 giugno 2018 sempre nel magnifico scenario del Parco divertimenti CINECITTA’ WORLD di Castel Romano (Roma).

News

9/4/2018 - Ginnastica artistica: classifiche 7 aprile e ammissioni al campionato nazionale

Il 7 aprile a Capranica (VT) si è svolta la prima giornata di gare della 2^ prova del campionato regionale di ginnastica artistica del CSI Lazio. In allegato sono disponibili le classifiche e le ammissioni al 16° campionato nazionale di ginnastica artistica del CSI che si svolgerà a Lignano Sabbiadoro dal 20 al 27 maggio 2018.

News

5/4/2018 - CINECITTA' WORLD RUN 2018 - Iscrizioni aperte

Domenica 22 Aprile 2018, nel magnifico scenario del Parco divertimenti CINECITTA’ WORLD di Castel Romano (Roma), andrà in scena la seconda edizione della CINECITTA’ WORLD RUN che si presenterà CON LA NOVITA’ del biglietto in formula OPEN

News

5/4/2018 - Ginnastica artistica: ordine di lavoro definitivo gara 7 aprile 2018

In allegato l'ordine di lavoro definitivo della 2^ prova del campionato regionale di ginnastica artistica del CSI Lazio, in programma sabato 7 aprile 2018 presso la Palestra Comunale di Capranica. 

News

5/4/2018 - Ginnastica Ritmica: ordine di lavoro definitivo 2^ prova 8 aprile 2018

In allegato l'ordine di lavoro definitivo della 2^ prova del campionato regionale di ginnastica ritmica del CSI Lazio, in programma domenica 8 aprile 2018 presso l'Impianto polisportivo CSI di Via Montona 13 - Roma (Zona Villa Gordiani). Si invitano le società partecipanti a prestare particolare attenzione alle indicazioni in allegato, relativamente alle schede di dichiarazione e alla musica.

News

30/3/2018 - PASQUA 2018-AUGURI DAL CSI LAZIO

“Non abbiate paura! Voi cercate Gesù Nazareno, il crocifisso. È risorto, non è qui.
Ecco il luogo dove l’avevano deposto. Ora andate, dite ai suoi discepoli e a Pietro
che egli vi precede in Galilea. Là lo vedrete, come vi ha detto”.
Marco 16, 1-8

News

26/3/2018 - Junior Tim Cup: il Lazio promuove l’oratorio S. Giuseppe al Trionfale

Domenica 18 marzo, sui campi della Cisco Collatino, si è tenuta la fase regionale della Junior TIM Cup, il torneo di calcio giovanile Under 14 promosso da Lega Serie A, TIM e CSI che lega il mondo del calcio oratoriale a quello dei campioni.

News

23/3/2018 - Triathlon Internazionale Challenge Roma

Il 13-14-15 Aprile 2018 il grande triathlon internazionale torna nella Città Eterna per mano della Forhans Team. Un lungo weekend di gare ed eventi che vedrà in domenica 15 aprile il giorno della seconda edizione di Challenge Roma.

News

20/3/2018 -

Le Regioni del Centro riflettono sul presente e sul futuro del CSI

“Dove siamo, come CSI?” Domanda molto semplice ma anche molto profonda, alla luce del sottotitolo che è stato dato alla due giorni di San Gabriele: “Nel sistema sportivo che cambia, tra vecchie ambiguità e nuove derive, quali scelte per il CSI?”


Tutte le news


Consulenti ecclesiastici, patrimonio di cura e spiritualità

Il Punto di Vittorio BOSIO

Il tempo che passa non cancella in me il ricordo di una mattina di tardo inverno, all’oratorio. Il curato aveva inventato una sfida a pallone con noi ragazzi adolescenti (allora non sapevamo di appartenere ad una categoria anagrafica). Arrivò alle spalle mentre stavamo discutendo fra noi e ci sfidò. Forse voleva evitare che litigassimo. La sfida funzionava così: i due più bravi iniziavano a chiamare i compagni per fare le squadre: uno a te, un altro a me, fino al completamento della formazione con tutti i presenti. Io non ero bravissimo e quindi non ero mai tra i primi ad essere chiamati, ma non era un problema purché potessi giocare.
Indelebile particolare di quel giorno è il campo dell’oratorio totalmente bianco. Niente righe a lato e a fondo campo. Giusto le porte e un perimetro di gioco che ci lasciava il tempo di decidere quando il pallone era fuori e quando era “rimessa”. C’erano sole e aria freschissima. Giocammo. Il don si fece onore, anche se era a volte intralciato dalla lunga veste nera che arrivava fin sulle scarpe. Ma la sorpresa venne quando, in area, in chiara occasione da gol a suo sfavore, riuscì a fare letteralmente sparire il pallone alla nostra vista, coprendolo con la sua veste. Al momento ci mettemmo a ridere, poi però invocammo il rigore. Ma non era rigore, non era fallo. Cosa era? Era il curato tra di noi, che faceva le cose che facevamo noi, che stava su quel campo innevato su cui riuscivamo a giocare e che oggi non vedrebbe nessuno iniziare una partita. Quel momento simbolico, magico, oggi lo viviamo in modo diverso. Mi trovo oggi, da presidente nazionale del Csi, ad accompagnare con il cuore, con gratitudine ed affetto, gli incontri dei consulenti ecclesiastici che portano la loro testimonianza di servizio alla Chiesa, come comunità di tutti i credenti, dentro lo sport. Lo fanno sostenendo la nostra attività dentro e fuori gli oratori, difendendo ovunque il grande valore educativo dello sport così come proposto dal Csi. Lo fanno anche facendo loro stessi sport. Oggi abbiamo esperte squadre di preti calciatori, abbiamo bravissimi sacerdoti pongisti e ottimi runners. L’amico don Alessio Albertini ne ha fatto una storia bellissima pubblicata recentemente. Prendendo la corsa a pretesto, ha raccontato gli “incontri”, lo scambio di riflessioni, il percorso fatto insieme.
I nostri consulenti sono oggi un patrimonio di spiritualità, di amicizia, di sostegno, di cura e di insegnamento. Ma sono anche amici che condividono un cammino con noi. Torno all’esempio iniziale che fa capire come il messaggio dal sacerdote passi ai giovani (e anche a chi giovane non lo è più) se si creano condizioni per condividere esperienze. Allora parlarsi è più facile, perché solo in questo modo le parole hanno lo stesso suono e lo stesso significato per tutti. Il prete che fa sport è un canale aperto per la comunità verso l’immensità del messaggio di Cristo che porta alla vita buona, ad un vivere che non si lascia chiudere nell’orizzonte limitato dell’esistenza del corpo. Non vorrei sembrare esagerato, ma sono sicuro che quel prete, adorato da noi ragazzi e severo quando necessario, giocando a pallone come uno di noi, ci ha fatto un dono grande. Così grande che ancora lo ricordiamo a distanza di 50 anni.
AREA SITI AMICI
Premio Un Modello per i Giovani
www.aerrecom.com
Designed and powered by CSI F.M. versione 1.0